Come funziona un'attività di incasso di assegni?

Le attività di incasso di assegni, note anche come attività di servizi monetari, offrono ai clienti un modo semplice per trasformare il loro stipendio o altri assegni in contanti senza dover fare affidamento su un conto bancario. Le aziende che incassano gli assegni in genere rimangono aperte 24 ore su 24 e danno accesso facile e veloce al contante quando le persone ne hanno bisogno. Secondo la Federal Deposit Insurance Corporation (FDIC), il 20% delle famiglie americane non ha un conto bancario o sceglie di utilizzare metodi alternativi per incassare gli stipendi, comprese le attività di incasso degli assegni.

Mancia

Le commissioni addebitate dai servizi di incasso degli assegni generano entrate per gestire l'attività in modo che possa realizzare un profitto. Le commissioni vengono calcolate in base all'importo dell'assegno, alla probabilità che sia autentico e al rischio complessivo della transazione.

Le basi del business

Un'azienda che incassa assegni si sforza di evitare il maggior rischio possibile. La direzione forma i dipendenti su come individuare le transazioni fraudolente e li addestra a guardare per identificare potenziali truffe. I dipendenti iniziano verificando l'identificazione di ogni cliente. I clienti devono anche fornire le informazioni di contatto e alcuni punti di incasso dell'assegno richiedono una fotografia di ogni cliente prima di incassare l'assegno.

Il dipendente quindi esamina l'assegno in vari modi per assicurarsi che non sia contraffatto o contraffatto. Possono chiamare la banca emittente o il datore di lavoro a meno che l'assegno non sia stato emesso da un'entità nota e rispettabile come l'Internal Revenue Service. Il dipendente valuta il rischio associato all'incasso dell'assegno e, una volta superato il controllo, il dipendente dice al cliente quanto darà in contanti e quanto addebiterà in commissioni.

Come fanno i loro soldi

Le commissioni addebitate dai servizi di incasso degli assegni generano entrate per gestire l'attività in modo che possa realizzare un profitto. Le commissioni vengono calcolate in base all'importo dell'assegno, alla probabilità che sia autentico e al rischio complessivo della transazione. Molti servizi di incasso di assegni non onorano gli assegni personali, e anche gli assegni per piccoli importi vengono incassati con commissioni pari a una percentuale sostanziale del valore nominale dell'assegno.

Per un assegno emesso per $ 1.000, ad esempio, un servizio di incasso di assegni potrebbe addebitare una tariffa fissa di $ 5, più una commissione dell'1% sull'importo totale, per un totale di $ 15. In genere, le commissioni variano dallo 0,5% al ​​5% e possono dipendere dalle leggi statali e locali, nonché dal tipo di assegno e dall'importo dell'assegno.

Regolamentazione del business

Grandi somme di denaro passano attraverso i servizi di riscossione degli assegni e il Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti impone regole severe a questo tipo di attività. Queste società sono tenute dal Bank Secrecy Act (BSA) a conservare registrazioni dettagliate delle transazioni e a compilare rapporti informativi per determinati tipi di transazioni. Il proprietario dell'azienda deve registrarsi presso il Dipartimento del Tesoro e fornire informazioni alla sua Rete per l'applicazione dei crimini finanziari (FinCEN). Le imprese devono rinnovare la registrazione ogni due anni, altrimenti potrebbero essere soggette a possibili sanzioni civili e penali.

Rischi e sicurezza

Con questi tipi di attività, il riciclaggio di denaro è un rischio reale e FinCEN ha determinati requisiti che ogni servizio di incasso di assegni deve rispettare come parte delle normali operazioni. L'azienda deve progettare e attuare un programma efficace contro il riciclaggio di denaro. Il programma deve proteggere l'azienda dalla partecipazione a qualsiasi tipo di attività di riciclaggio di denaro o schemi finanziari a sostegno di attività terroristiche.

Se una persona, durante un giorno, effettua una transazione di $ 10.000 o più, l'azienda deve presentare un rapporto di transazione elettronico a FinCEN. Se un'azienda che incassa assegni ha motivo di sospettare un'attività sospetta relativa a una transazione o serie di transazioni, deve presentare elettronicamente una segnalazione di attività sospetta a FinCEN per importi pari o superiori a $ 2.000.