Definizioni e calcoli del fatturato dei dipendenti

Il turnover dei dipendenti si riferisce al numero o alla percentuale di lavoratori che lasciano un'organizzazione e vengono sostituiti da nuovi dipendenti. La misurazione del turnover dei dipendenti può essere utile per i datori di lavoro che desiderano esaminare i motivi del turnover o stimare il costo per l'assunzione ai fini del budget. Riferimenti generici al fatturato possono creare confusione; pertanto, definizioni e calcoli specifici per il turnover dei dipendenti possono essere utili ai professionisti delle risorse umane.

Confronto di diversi fatturati

Sebbene esistano diversi tipi di turnover, la definizione generale è che il turnover si verifica quando il rapporto di lavoro termina. Fatturato e attrito - termini che a volte sono usati in modo intercambiabile o insieme quando descrivono la partenza di un dipendente - sono diversi. L'attrito si riferisce generalmente alla fine del rapporto di lavoro a causa del pensionamento, dell'eliminazione del lavoro o della morte dei dipendenti ed è distinguibile dal turnover perché quando si verifica l'attrito, la posizione non viene occupata da un nuovo dipendente.

Fatturato involontario dei dipendenti

Il licenziamento del dipendente per scarso rendimento lavorativo, assenteismo o violazione delle politiche sul posto di lavoro è chiamato turnover involontario, noto anche come licenziamento, licenziamento o dimissione. È involontario perché non è stata una decisione del dipendente di lasciare l'azienda. I licenziamenti potrebbero anche essere considerati interruzioni involontarie, sebbene le procedure di licenziamento di solito siano gestite in modo diverso dalla risoluzione. Alcuni licenziamenti hanno determinate disposizioni federali e statali che non vengono offerte ai dipendenti licenziati a causa di violazioni delle prestazioni o delle politiche.

Fatturato volontario dei dipendenti

Quando un dipendente lascia l'azienda di sua spontanea volontà, si parla di licenziamento volontario. I dipendenti danno una serie di motivi per lasciare il lavoro. Possono accettare un impiego presso un'altra azienda, trasferirsi in una nuova area o occuparsi di una questione personale che rende impossibile lavorare. Quando un dipendente interrompe volontariamente il rapporto di lavoro, generalmente comunica al datore di lavoro, verbalmente o per iscritto, l'intenzione di dimettersi dal suo lavoro.

Fatturato desiderabile e indesiderabile

Il fatturato ha spesso una connotazione negativa, ma il fatturato non è sempre un evento negativo. Ad esempio, il turnover desiderabile si verifica un dipendente la cui prestazione scende al di sotto delle aspettative dell'azienda viene sostituito da qualcuno la cui prestazione soddisfa o supera le aspettative. È auspicabile perché le scarse prestazioni lavorative, l'assenteismo e il ritardo sono costosi sostituire un lavoratore con scarso rendimento con un dipendente che fa il suo lavoro può migliorare la redditività dell'azienda.

Il turnover desiderabile si verifica quando la sostituzione dei dipendenti infonde nuovi talenti e competenze, che possono dare a un'organizzazione un vantaggio competitivo. Al contrario, un turnover indesiderato significa che l'azienda sta perdendo dipendenti le cui prestazioni, competenze e qualifiche sono risorse preziose.

Calcoli di base del fatturato

I calcoli del fatturato di base sono relativamente semplici. Se la tua azienda impiega 100 dipendenti e 15 dipendenti vengono licenziati o licenziati, il tuo fatturato è del 15%. La maggior parte delle organizzazioni utilizza calcoli più dettagliati per determinare cosa è alla base del fatturato. Supponiamo che cinque dipendenti se ne vadano a gennaio, un dipendente a maggio e quattro dipendenti a novembre. Il tuo tasso di turnover annuale è del 10% e il tuo turnover mensile medio è dell'8,3%.

I calcoli del turnover dei dipendenti possono anche tenere conto di diversi tipi di turnover, come involontario e volontario, o anche motivi più specifici per cui i dipendenti lasciano, come scarso rendimento, assenteismo o dipendenti che accettano nuovi lavori altrove. I calcoli del fatturato sono utili per determinare i costi di assunzione, i requisiti di formazione o stimare il tempo del personale dedicato alle attività di reclutamento.