Quali tipi di comportamento indicano l'insubordinazione?

L'insubordinazione può significare molte cose diverse sul posto di lavoro. Alcune azioni insubordinate sono più gravi di altre e richiedono un'azione più rapida. Quando qualcuno non sta seguendo le regole, è importante che tu prenda immediatamente in carico e segui il protocollo stabilito nel manuale del tuo dipendente. Se l'insubordinazione ha portato alla risoluzione, seguire il protocollo nel manuale è il tuo alleato per prevenire azioni legali avverse.

Definisci l'insubordinazione

Ci sono tre componenti per stabilire se un dipendente è insubordinato. Il primo è che al dipendente deve essere dato un ordine o una direttiva. La seconda è che il dipendente capisca completamente cosa ci si aspetta da lui. Il terzo è che il dipendente si rifiuta di obbedire all'ordine o non esegue l'attività. Molti ordini e regole sono stabiliti nel manuale del dipendente che ogni persona deve firmare quando lo riceve.

Mancata esecuzione

In qualità di imprenditore, assumi dipendenti per portare a termine il lavoro. Se a un dipendente viene chiaramente assegnato un compito e ignora il comando o si rifiuta di eseguirlo, si tratta di una mancata esecuzione. Se il dipendente ha qualche preoccupazione etica o legale riguardo all'ordine, deve affrontarla con te dichiarando chiaramente le sue preoccupazioni in merito. Una registrazione scritta del mancato adempimento e qualsiasi scusa del dipendente viene aggiunta al file del dipendente. I dipendenti hanno il diritto di rifiutarsi di eseguire una direttiva se li mette in pericolo o è in conflitto con questioni etiche o legali espresse. Ad esempio, un operaio di un'acciaieria può rifiutarsi di correre nel mulino dove è scoppiato un incendio.

Intimidazioni o molestie

L'intimidazione e le molestie dovrebbero avere una politica di tolleranza zero sul posto di lavoro. Le persone hanno bisogno di sentirsi sicure e protette quando sono al lavoro. Qualsiasi dipendente che intimidisca altri, inclusi i manager, dovrebbe essere indagato. Il manuale del dipendente dovrebbe anche indicare chiaramente la politica e il protocollo per affrontare i comportamenti molesti sul posto di lavoro. Avvia un'indagine, prendi nota dei file del dipendente e determina se è necessaria un'ulteriore azione disciplinare.

Azioni conflittuali

Le persone hanno opinioni diverse. A volte un subordinato non è d'accordo con il manager o il capo. Anche se questa non è insubordinazione di per sé, se la persona si confronta e non è d'accordo con il capo di fronte a tutti gli altri nella squadra, allora questa è considerata insubordinazione. Se l'individuo è conflittuale di fronte al resto della squadra; o mette in discussione l'autorità del leader, che può portare a uno scarso morale generale, che dovrebbe rimanere a porte chiuse. Il confronto include anche diffamare un'altra persona, diffondere voci che dividono i colleghi e fare commenti inappropriati su base regolare.

Linguaggio abusivo

Dire una parolaccia non è raro tra gli adulti. Quando un linguaggio volgare è usato come parte normale delle "chiacchiere" in ufficio o parlato in privato, questo non è considerato insubordinazione. Né è insubordinazione se la lingua è provocata da un manager o da un superiore. Tuttavia, se il linguaggio volgare viene usato in modo offensivo senza provocazione, come risultato di qualcosa che il manager ha detto o fatto, allora questa è insubordinazione. L'azione dovrebbe essere annotata, ma anche prendere in considerazione il calore del momento. Se si è trattato di uno sfogo occasionale, deve essere annotato solo nel file. Se continua ad accadere, diventa motivo di insubordinazione.